Divisionale fior di conio 2013

E’ l’ingresso. Il viatico per accedere nella città di San Marino. Ai più conosciuta come Porta di S. Francesco, sino al sec. XVII veniva comunemente chiamata “Porta del Luocho”, cioè del “luogo”, ossia l’ingresso al convento. Trasformata con il tempo e recentemente restaurata, permangono i moniti degli Statuti secenteschi che diffidavano i forestieri a entrare in città con armi di qualsiasi genere. Sul retro della porta, due stemmi, quello a sinistra (sec. XIV), raffigurante un’aquila con le ali aperte, la testa incoronata e gli artigli ben marcati, ci richiama al ghibellinismo del Comune sammarinese. L’altro, a destra, rappresenta lo stemma di San Marino con le torri protette dalle mura e il motto “Libertas”(1451). Nella foto utilizzata per la Serie Divisionale Turistica, l’AASFN ha voluto ricordare tempi più recenti, seppur ingialliti dalla memoria. Ecco quindi un’istantanea dei primi del ‘900 con un gruppo di giovani in attesa della diligenza, all’epoca unico mezzo di trasporto, sia per le persone sia per la corrispondenza postale, verso Rimini. Una porta d’ingresso che con l’annullo postale intende promuovere, favorire, offrire un veicolo d’accesso alla nona edizione del Convegno “San Marino 2013”, Fiera filatelico-numismatica che si svolge ogni due anni, sul monte Titano. Un’occasione importante e prestigiosa che vedrà la partecipazione ufficiale delle Poste italiane, del Principato di Monaco , della Città del Vaticano, del Sovrano Militare Ordine di Malta, oltre ovviamente ai padroni di casa dell’AASFN. Alla due giorni sammarinese (il 7 e l’8 giugno) sono attesi ospiti del settore italiani e stranieri, espositori e commercianti da tutta Europa. Un viatico straordinario, come lo fu per molti anni “ Porta di S. Francesco”, per accogliere collezionisti e appassionati.