Dittico Oro Proof 20 e 50 Euro "Elementi Architettonici Sammarinesi" Castello di SERRAVALLE

Sono da venti e cinquanta euro le due monete d’oro Proof che l’AASFN ha dedicato agli “elementi architettonici” del Castello di Serravalle, il più popolato ed esteso di San Marino. Un tempo, quando ancora si chiamava Olnano, il territorio apparteneva ai Malatesta di Rimini, poi nel 1463 divenne parte integrante della carta geografica sammarinese. Oggi proprio il Castello di Serravalle è considerato la porta d’ingresso in Repubblica. Non a caso qui risiede la famosa frase di saluto: “Benvenuti nell’antica terra della libertà". Nel dritto di entrambe le monete campeggia lo stemma della Serenissima Repubblica, firmato da Antonella Napolione. I rovesci di tutte e due le monete, sono state studiate dalla bozzettista Uliana Pernazza. Nella moneta da cinquanta euro, a destra spicca lo stemma del Castello che riporta il disegno di un’antica torre. La medesima nella raffigurazione originale è colorata di rosso, alludendo nei fatti al ruolo difensivo svolto nelle epoche passate. L’etimologia stessa del nome “Serravalle”, “che chiude la valle”, richiama a questo compito di salvaguardia e protezione. Sulla destra, la “Casa del Castello” dove si riunisce la Giunta, alla quale si accede percorrendo un’ampia gradinata e passando attraverso l’antica porta che conduce al vecchio centro storico. A chiudere la raffigurazione della moneta, la fontana della piazza. Nella moneta d’oro da venti euro, a farla da padrone sulla sinistra la Torre d’ingresso del Castello, poi gli elefanti, simbolo della casata dei Malatesta ed infine lo stemma del Castello. Un dittico quello emesso dall’AASFN che intende ripercorre, in una sorta di viaggio esplorativo, le bellezze architettoniche della Repubblica, transitando virtualmente tra tempo e spazio.