Consegna del Ricavato dell'emissione filatelica Pro Emilia

“Ci sono i rapporti di buona amicizia, poi ci sono quelli che corrono sul filo del dialogo Istituzionale ed infine ci sono legami che stringono i popoli in un unico spirito di fraterna condivisione”. Con queste parole il 30 agosto 2012, l’Azienda Autonoma di Stato Filatelica e Numismatica di San Marino, ufficializzò l’emissione “straordinaria” in favore delle terre emiliane colpite dal sisma, del francobollo, firmato dal bozzettista Fabio Ferrini, “Pro Emilia”. Lo scopo dell’iniziativa, realizzato con il decisivo apporto della Segreteria di Stato per le Finanze, intendeva offrire un aiuto materiale e concreto, simbolo di una interrelazione di popolo, vera, fraterna e amicale, che da secoli lega le vicini realtà territoriali. Così, giovedì 19 dicembre 2013, durante un’interruzione dei Lavori Consiliari, alla presenza del Segretario di Stato alle Finanze Claudio Felici e del Segretario di Stato agli Affari Esteri Pasquale Valentini, del Sindaco di Finale Emilia Fernando Ferioli, del Funzionario Vicario dell’Ambasciata d’Italia Dott. Stefano Cecere, del Presidente della “Fondazione Andreoli” Roberto Pignatti e del Direttore Mirco Besutti, della Preside del Liceo Anna Silvestris accompagnata da Maddalena Cristofori e da Moreno Po, in rappresentanza dei genitori dell’istituto, nonché dei vertici dell’AASFN. si è tenuta la cerimonia di consegna del ricavato dell’iniziativa. Più di centomila euro (€ 100.246,00) il ricavato della vendita dell’emissione che andrà a finanziare due progetti rivolti ai giovani. Il primo, finalizzato a sostenere alcune borse di studio rivolte ai ragazzi e per un contributo alla ricostruzione di alcuni immobili della Scuola di Musica Carlo e Guglielmo Andreoli di Mirandola, il secondo diretto all’allestimento di due laboratori informatici al Liceo Scientifico Morando Morandi di Finale Emilia, che serviranno anche per il progetto “Start Up Morandi” pensato per la nascita di un primo nucleo di Aziende innovative nel settore dei videogiochi. Insomma, non poteva esserci modo migliore per scambiarsi gli auguri di Natale, e a dire il vero, neppure per suggellare il passaggio dell’AASFN in Ufficio Filatelico e Numismatico, che all’inizio del prossimo anno cambierà l’ossatura formale della struttura. Per il Direttore Marino Manuzzi e per il Presidente Pier Orazio Pignatta, si è sostanziato così un passaggio di consegne all’insegna della solidarietà e della passione per l’umano nella sua dimensione più ampia e partecipata. Un buon viatico per il futuro della filatelia sammarinese ed un doveroso omaggio al lavoro eseguito in questi anni.