Giornata mondiale dei servizi igienici

Nel 2013 l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha ufficialmente designato il 19 novembre come “Giornata mondiale dei servizi igienici”. Per il cosiddetto mondo occidentale sviluppato, la ricorrenza rappresenta una sorta di provocazione della coscienza. Tutto ciņ che a noi, infatti, appare rituale, scontato, d’obbligo, per un terzo dell’umanitą rappresenta ancora una chimera. Circa due miliardi e mezzo di persone, infatti, ancora oggi non hanno accesso a servizi sanitari adeguati, inclusi gabinetti e latrine, con conseguenze drammatiche per la salute, la dignitą e la sicurezza umana. Ogni giorno duemila bambini con meno di cinque anni muoiono a causa di diarree attribuibili all’assenza di appropriate condizioni igienico-sanitarie. L’India e l’Africa subsahariana sono le regioni pił colpite. Espletare i bisogni fisiologici all’aperto per le bambine e le donne in alcune regioni significa rischiare di essere rapite o abusate sessualmente nella ricerca di un luogo appartato. Non solo: molte bambine nel mondo iniziano a saltare giorni di scuola quando entrano nella pubertą proprio per la mancanza di servizi igienici nelle scuole. Ecco allora che proprio per sensibilizzare l’opinione pubblica sulla penuria di condizioni igienico-sanitarie in molte parti nel mondo, le Nazioni Unite hanno lanciato un’ampia campagna di sensibilizzazione. L’Ufficio Filatelico Numismatico di San Marino, partendo proprio dall’urgenza di far veicolare informazioni, status quo e soluzioni sostenibili, ha deciso di emettere tre francobolli (da €0,05 – 0,15 – 3,00); per l’occasione č stata coinvolta un’artista francese, Genevičve Gauckler, nota come graphic designer e illustratrice. Seguendo lo stile dei suoi lavori, esposti in tutto il mondo, nei tre bozzetti primeggiano sulla scena alcuni personaggi, colorati e vivacissimi, seduti proprio su un gabinetto. Un modo delicato, sereno e leggero per suggerire una seria riflessione su un tema, al dire il vero, di estrema drammaticitą. Offrire un sorriso, per rompere i tabł e rendere servizi igienico-sanitari per tutti una prioritą di sviluppo globale.