10° Anniversario della scomparsa di San Giovanni Paolo II

Erano le 21.37 di sabato 2 aprile 2005 quando l’annuncio della scomparsa di Giovanni Paolo II giunse in ogni parte del mondo. Una figura gigantesca, quella di Karol Wojtyla che ha attraversato il secolo breve e sancito la fine degli orrori e degli errori della storia. Con lui, archiviati nazismo e comunismo, anche l’Europa è stata in grado di ritrovare unità e nuovi più larghi confini. A dieci anni dalla sua scomparsa, è ancora complessa l’esegesi del suo Pontificato, ma è ancora viva la capacità del Papa polacco di coinvolgere i fedeli e gli uomini tutti. Con lui la Chiesa ha saputo rianimarsi e coinvolgere folle oceaniche in ogni parte del mondo. Per celebrarne il decennale la filatelia sammarinese ha deciso di puntare su tre francobolli (da settanta centesimi, due euro e due euro e quindici centesimi) realizzati da Lawrence Zeegen, illustratore, educatore e scrittore nonché Preside della Facoltà di Design al London College of Communication. Tre francobolli non comuni, ispirati alle vetrate delle cattedrali gotiche, capaci di evocare, attraverso un approccio tutt’altro che convenzionale, tutta la straordinaria umanità di Giovanni Paolo II.