Monetazione divisionale fior di conio 2015 contenente una moneta in argento da 5 Euro fior di conio dedicata all’ “Anno Internazionale della Luce”

L’Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha proclamato il 2015 Anno Internazionale della luce e delle tecnologie basate su di essa (International Year of Light and Light-based Technologies - IYL 2015). Un’iniziativa globale per sensibilizzare tutti i cittadini sull’importanza della luce come fonte di energia, nello sviluppo dell’istruzione, nelle telecomunicazioni, nella salute e nell’agricoltura. Luce quindi come elemento scientifico ma anche simbolo culturale, etico ed estetico. Non solo possibilità di visione, ma anche contrasto, contraddizione tra il visibile e il non visibile, tra quanto appare inaccessibile e tutto ciò che è ancora da scoprire. Luce come soggetto principe, che garantisce il viatico indispensabile per accedere, “tendere a”, entrare in sintonia con l’altro da sé. Visione estatica, simbolica, impalpabile, ma anche mezzo di relazione, strumento di comunicazione che l’Ufficio Filatelico Numismatico di San Marino ha deciso di veicolare con una Serie divisionale fior di conio con moneta d’argento da € 5,00 dedicata al tema. Bozzettista d’eccezione il creativo originario del Galles, Matthew Dent, già passato alla storia come l’autore dell’ultimo restyling della sterlina inglese. Nel rovescio della moneta la parola “Luce”, trova la sua definizione tipografica in italiano e nelle sei lingue ufficiali delle Nazioni Unite (arabo, cinese, inglese, francese, russo e spagnolo), dove il testo è posizionato in modo tale da formare il disegno di un sole, in cui i caratteri al centro più marcati, vanno a sfumare verso l’esterno. Nel dritto la vetta del Monte Titano si staglia con le tre torri di San Marino e le classiche piume, in evidenza rispetto al sole che, dal retro, illumina producendo un effetto estraniante.